Tumore per frequenti lettini abbronzanti: la storia di Louise

News

Tumore per frequenti lettini abbronzanti: la storia di Louise

Le ripetute sedute di lettino abbronzante cui si sottoponeva da tempo l’hanno uccisa. I medici sono appunto concordi nel ritenere che il cancro aggressivo che ha colpito Louise Cook, giovane mamma di tre bimbi, ventisettenne del Regno Unito, sia stato provocato dall’ossessione che la donna nutriva per l’abbronzatura artificiale.

Ad un certo punto Louise ha scoperto di avere un brutto neo che le sanguinava. Effettuata la risonanza magnetica, la diagnosi è stata terribile: Louis era stata colpita da un tumore alla pelle che si era parecchio esteso, diventando incurabile.

Inizialmente presa dallo sconforto, Louise ora ha deciso di non perdere altro tempo prezioso e dedicarsi di più alla cura dei suoi tre figli. “Ero giovane e superficiale e pagherò con la vita questa mia superficialità. Mi rifiuto però che il cancro mi annulli mentre sono ancora in questo mondo”, ha dichiarato, annunciando di voler fare una vacanza con i tre bambini. Per aiutare i figli di Louise ad avere un futuro tranquillo anche senza la loro mamma è stata organizzata una raccolta fondi intitolata “Go Found me”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Blue Whale
Cronaca

Blue Whale, ferite sulle braccia di 4 ragazzini

25 maggio 2017 di Ilaria Ferrario

Altre giovani vittime della Blue Whale in Italia, a Osimo. Quattro alunni della scuola media scoperti coinvolti nella sfida, grazie ad un controllo da parte dell’Istituto. Ciò è avvenuto in seguito al caso di una coetanea che presentava tagli sulle braccia previsti della Blue Whale Challenge.

Loading...