Tunisia Ministro Esteri: arrestati tre terroristi COMMENTA  

Tunisia Ministro Esteri: arrestati tre terroristi COMMENTA  

isis
Tunisia Ministro Esteri: arrestati tre terroristi novità

Oggi 19 Marzo 2015, in Francia, a Parigi sono stati arrestati alcuni terroristi, ovvero parliamo dei tre uomini, i quali hanno attaccato precedentemente il museo del Bardo.

Leggi anche: Taiwan, forte scossa di terremoto: crollano due palazzi

La notizia è giunta dal ministro degli Esteri, Taieb Braccouche, che ha comunicato tutto alla BFMTV. Il ministro degli Esteri tunisino, avrebbe comunicato un bilancio sui componenti della squadra, affermando che sono state uccise due persone tra gli assalitori e che tre di questi sono stati arrestati.

Leggi anche: Quanto costa operazione palloncino intragastrico

Inoltre, ha spiegato anche che un altro complice, dunque il quarto, è scappato e lo stanno ancora ricercando. Ha aggiunto: “Dalle nostre informazioni due terroristi uccisi non erano schedati, erano giovani senza precedenti, nuove reclute del terrorismo”.

Invece, secondo quanto appreso dal celebre premier della Tunisia, Habib Essid, uno degli uomini, che si chiamava Yassine Laabidi, era già conosciuto ai servizi d’intelligence, ma per cose da niente, tuttavia non era legato a un gruppo di terroristi.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato
Esteri

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato

Scompare a 16 anni e viene ritrovato sulla sponda di un fiume decapitato. Arrestato un suo compagno di scuola.   Quando è uscita di casa non si sarebbe mai aspettata di trovarsi di fronte una scena da vero film horror sulle sponde del fiume Merrimack, nei pressi di Lawrence, in Massachusetts. Stava passeggiando con il suo cane quando ha visto quel corpo smembrato e abbandonato tra le sterpaglie: il macabro resto di un omicidio di un adolescente per il quale adesso gli investigatori hanno arrestato un compagno di scuola che dovrà rispondere davanti ai giudici di omicidio di primo grado. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*