Turbativa d’asta in quel di Tortona COMMENTA  

Turbativa d’asta in quel di Tortona COMMENTA  

Massimo Fantini passerà alcuni brutti quarti d’ora uno dietro l’altro. Sembra che la gara d’appalto per la costruzione della variante di Tortona sia stata infatti oggetto di “magheggi” non da poco. Il caso è saltato fuori nel bel mezzo dell’inchiesta sulle tangenti allo Scr (Società di committenza regionale), che si aggirerebbero intorno ai 30 milioni di euro.


Nel settembre del 2010 la commissione che esaminava le offerte valutò le capacità tecniche della aziende in gara per la suddetta opera.

La Cogefa (l’azienda di Fantini) risultò ultima con un distacco enorme  dalla prima (18 punti, di fatto irricuperabile). Le lettere sulle offerte economiche rimanevano chiuse da qualche parte ma, forse, qualcuno ha fatto un’altra offerta, non inclusa nelle lettere già presentate.


 E’ quello che sembra emergere da alcuni appunti di Mauro Fegatelli, direttore tecnico di Scr, che avrebbe modificato le valutazioni delle aziende favorendo la Cogefa.


“Verso la metà di settembre, ci siamo incontrati nell’ufficio di Sergio Manto (un altro commissario), io, Manto e Fegatelli per decidere la data dell’apertura delle altre buste in quella circostanza Fegatelli disse che aveva necessità di apportare alcune correzioni alle proprie valutazioni dell’offerta tecnica…” (Trincianti, membro della commissione, ai magistrati).

Vittorio Nigrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*