Turbativa d’asta, che passione!

Torino

Turbativa d’asta, che passione!

Dopo l’inchiesta che ha coinvolto Massimo Fantini e la sua Cogefa, anche l’Asl finisce nel mirino della Procura di Torino.

Più precisamentela le aziende Asl To1, la Asl To2 Torino-Nord, la Asl To4 Ciriè-Ivrea-Chivasso e la Asl To 5 Moncalieri-Chieri-Nichelino, che l’anno scorso hanno indetto un’unica gara per l’appalto da 27.000.000€ (27 milioni di euro!) per lo smaltimento delle quasi 2.000 tonnellate di rifiuti prodotte al’anno.

Il rischio di “turbativa d’asta” (ovvero una modifica del risultato a favore di chi fa l’offerta economica più interessante; ai commissari) era abbastanza concreto e la gara, che era arrivata quasi alla fine, è stata bloccata dalla procura, che ha requisito materiale informatico, in seguito a dubbi sorti sulla natura dei criteri esposti nel bando.

Ricordiamo che tra le aziende in gara vi sono la Mengozzi Spa di Forlì, colosso nazionale nella gestione dei rifiuti sanitari e la Team Ambiente di Bergamo, già indagata “per truschini” riguardanti uno stoccaggio di rifiuti a Nichelino.

Ci auguriamo di raccontare altre notizie di questo tipo e ricordiamo che in questa settimana vi sarà la manifestazione “Mafie al Nord”.

Vittorio Nigrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche