TURCHIA – Premiate le spiagge della Turchia con 355 bandiere blu

Quest’estate sventoleranno 355 Bandiere Blu sulle spiagge della Turchia, che mantiene così il 4° posto nella classifica delle Bandiere Blu internazionali, subito dopo la Spagna, la Grecia e la Francia. A queste 355 se ne aggiungono altre 19 per le marine. Un riconoscimento importante, che premia gli sforzi compiuti dal governo centrale e dalle amministrazioni locali per la salvaguardia e la tutela degli oltre 8.000 km di costa turca. Una costa che si sviluppa su quattro mari differenti, un vero tesoro di baie, insenature, spiagge deserte e calette che il turismo internazionale sta premiando facendone una delle mete privilegiate per il 2012.

Leggi anche: Ryanair lancia una stupefacente offerta invernale a €10

Le spiagge della provincia di Antalya sono senza dubbio le più premiate, con 190 Bandiere Blu per le spiagge e 5 per le marine. 76 Bandiere Blu invece a Muğla per le sue spiagge, con 7 Bandiere Blu per le marine; 32 ad Izmir, con 2 per le marine; 22 ad Aydin, con 2 per le marine; 17 a Balikesir con 1 per le marine; 5 Bandiere Blu alle spiagge di Çanakkale; 2 ad Istanbul, con 2 per le marine; 8 a Mersin, 1 a Tekirdağ, 1 a Düzce e 1 a Kocaeli.

Leggi anche: Il castello di Dracula è in vendita

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 41 Paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei (Sud Africa, Marocco, Tunisia, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Nuova Zelanda, Brasile, Canada e i Caraibi), con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale.

Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato ad oltre 3650 località turistiche balneari ( spiagge e marine ) che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. L’assegnazione della Bandiera Blu per le spiagge e per le marine è basata su 32 precisi criteri che coprono quattro aspetti fondamentali : educazione ambientale ed informazione, qualità delle acque, management ambientale, sicurezza e servizi. Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.

L'articolo prosegue subito dopo

Sito ufficiale internazionale : http://www.blueflag.org

Sito ufficiale in Turchia : Türkiye Cevre Egitim Vakfi / Foundation for Environmental Education in Turkey

Tel. 0090.312.222.1290-99 – Mail mavibayrak@turcev.org.tr – Web http://www.turcev.org.tr

Leggi anche

Craco in Basilicata
Viaggi

Week- end: le città abbandonate da visitare

Siete amanti dei viaggi e del brivido? Allora possiamo suggerirvi suggestive città fantasma (ghost towns) in cui trascorrere piacevoli week-end. Per esempio in Lombardia c’è Consonno, una frazione del Comune di Olginate, in provincia di Lecco. Era un vecchio borgo, ma nel 1962 il Conte ed imprenditore Mario Bagno acquistò i suoi terreni dagli abitanti con il sogno di trasformare questo luogo nella Las Vegas italiana, una sorta di paese dei balocchi. In breve tempo sorsero alberghi di lusso, ristoranti, campi da golf, da tennis, luna park, zoo, night club ed un centro commerciale all’avanguardia. Tuttavia le ambizioni del nobile Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*