Turismo a Chiavari: cosa vedere
Turismo a Chiavari: cosa vedere
Viaggi

Turismo a Chiavari: cosa vedere

Chiavari

Un nuovo turismo, moderno e competitivo, che sfrutti il richiamo commerciale di Chiavari e si apra al mercato delle crociere.

Un nuovo turismo, moderno e competitivo, che sfrutti il richiamo commerciale di Chiavari e si apra al mercato delle crociere. Lo invocano le associazioni di categoria chiavaresi, lanciando un appello al Comune affinché sostenga (anche economicamente) i loro progetti e guardi avanti: verso uno sviluppo che tenga conto delle richieste di una clientela sempre più esigente. «Per una città che dimostri di saper offrire qualche cosa in più delle seconde case», spiega Bernardo Pessagno, presidente dell’associazione albergatori.

Un nuovo turismo per Chiavari

Da quando l’ ufficio di accoglienza turistica di corso Assarotti è stato rinnovato e dato in gestione agli albergatori, questi ultimi hanno cercato di richiamare l’attenzione dell’amministrazione comunale sul problema del turismo. È stata presentata la necessità di creare dei nuovi progetti per rendere il turismo della piccola città ligure moderno e competitivo. Oggi, infatti, Chiavari è meta turistica soprattutto nella stagione estiva. Le bellezze di questo luogo vengono sfruttate principalmente da chi ha qui la seconda casa.

Chiavari

Chiavari è una piccola città turistica della Riviera Ligure di Levante, non molto distante da Genova.

Rientra, difatti, nell’area metropolitana di Genova. La cittadina ha perso importanza sul fronte dei servizi a partire dal 2013, quando è stato soppresso il Tribunale per essere accorpato a quello di capoluogo ligure. È stato questo episodio a risvegliare i Chiavaresi. Essi hanno compreso che dovevano iniziare a rivolgere le loro attività verso un campo più redditizio, il turismo.

Gli albergatori, insieme a commercianti, industriali e artigiani, vorrebbero sfruttare meglio le peculiarità del loro territorio. Chiavari non deve essere considerata una meta turistica esclusivamente balneare. La città presenta numerose attrattive di altro tipo: musei, monumenti e luoghi di interesse culturale, ma anche prodotti gastronomici tipici e tradizionali.

Virtus Entella

Questa volontà di rinnovamento e di ammodernamento del turismo della cittadina ligure è dettata anche dalla possibilità di sfruttare il nuovo afflusso di turisti portati dalla Virtus Entella. La squadra cittadina ha ottenuto nel 2014 l’ingresso in serie B. La società calcistica ha negli ultimi anni notato che i tifosi che accorrono a Chiavari in occasione delle partite sono molto più numerosi, rispetto alle annate precedenti.

Proprio per questo motivo la stessa società Entella sta partecipando alla riorganizzazione del turismo.

La finalità è quella di offrire ai suoi tifosi e a quelli delle squadre avversarie un’esperienza piacevole anche al di fuori dello stadio. Per spingere gli appassionati di calcio a dedicare il tempo prima e dopo le partite alla scoperta di Chiavari e dintorni.

Progetti per il rilancio di Chiavari

Le nuove proposte per il rilancio turistico di Chiavari sono due: “ChiavarinTour” e “BoaToChiavari”. Entrambi i progetti sono stati studiati da “Sao – Soccer and other”, agenzia di comunicazione che fa parte della galassia della società “Gisa” di Antonio Gozzi, amministratore delegato del gruppo Duferco.

Purtroppo nessun dei due è stato ancora concretamente realizzato, nonostante siano stati elaborati già a partire dal 2011. La buona volontà delle diverse associazioni promotrici non è per ora bastata a trovare i fondi per attuare le due proposte.

L’unica iniziativa realizzata sul fronte turistico è il “Miglio Blu”. L’amministrazione comunale ha voluto che venisse realizzata una corsia protetta, lunga circa 1000 metri, per permettere a tutti di nuotare in sicurezza, al largo delle spiagge di Chiavari.

“Chiavari in Tour”

“Chiavar in Tour, un amore di città” è il progetto creato in collaborazione con la società calcistica della Virtus Entella.

L’intenzione è quella di ideare un’offerta pensata appositamente per i tifosi, che arrivano in città in occasione delle partite. La proposta è quella di un pacchetto completo di servizi e attività per conoscere la città e i suoi dintorni.

Le offerte da presentare agli appassionati di calcio saranno liberamente scelte dai commercianti e da tutti coloro che parteciperanno all’iniziativa. Saranno comprese visite del centro storico e dei musei, assaggi dei prodotti tipici, scoperta delle tradizioni, shopping nei negozi del centro, escursioni nell’entroterra.

Mostrando il biglietto dello stadio, si potranno inoltre avere diverse agevolazioni: dagli sconti nei negozi agli aperitivi, dalle visite guidate agli omaggi gastronomici. In questo modo, i tifosi saranno invogliati a scoprire tutte le bellezze del territorio e daranno una nuova spinta al turismo.

“Boa to Chiavari”

Sul secondo progetto si hanno ancora poche informazioni. Come “Chiavari in tour”, anche questa iniziativa è rimasta bloccata per mancanza di finanziamenti.

L’idea era quella di rendere la città più ospitale e attrattiva per i croceristi. I commercianti vorrebbero ampliare il turismo rendendo Chiavari una tappa fissa delle crociere. Ma per farlo bisogna rendere la città più appetibile per i turisti, che oggi si fermano qui solo per raggiungere Portofino e l’outlet di Serravalle Scrivia.

“Il Miglio Blu”

Il “Miglio Blu” è stato inaugurato nel 2016 e consiste in un percorso per i nuotatori parallelo alle spiagge chiaveresi e al di fuori delle dighe di protezione. La corsia è segnalata da 21 boe ed è lunga 926 metri. L’obiettivo di questa iniziativa è di consentire agli appassionati di nuoto e ai nuotatori professionisti di allenarsi in tranquillità, senza avere l’intralcio dei bagnanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Guida a sinistra
Viaggi

Come si guida a Londra

di Notizie

Nel Regno Unito e nei paesi del Commonwelth si guida a sinistra. Ecco le origini della guida a sinistra e alcuni consigli per guidare “contromano”.