Turismo, a Genova scatta la tassa di soggiorno

Genova

Turismo, a Genova scatta la tassa di soggiorno

Dal prossimo 1 marzo 2012 scatterà anche a Genova la tassa di soggiorno, già partita in altri comuni italiani come ad esempio a Venezia, che impone a chiunque alloggerà nelle località del comune un pagamento giornaliero maggioritario in più al costo dell’alloggio.
L’accordo è già stato raggiunto a palazzo Tursi, in un incontro fra gli assessori al Commercio, Gianni Vassallo, al Bilancio, Francesco Micieli, Confcommercio e gli albergatori.

La tassa, investita dall’amministrazione su iniziative che incentivino il turismo nel capoluogo, non avrà valore universale in quanto sarà stabilita in base alla categoria dell’albergo e il turista dovrà pagare per otto giornate trascorse a Genova.


Nonostante il benestare degli assessori, della Confcommercio e gli albergatori, questa nuova soluzione non è stata raccolta in maniera positiva da Angelo Berlangieri, assessore regionale al Turismo, che a Radio 19 ha confessato: “Se Alassio, per dire, adottasse la tassa e Diano Marina no, si creerebbe subito la concorrenza. Secondo me non è concepibile una tassa sul turismo, come non lo sarebbe una tassa sull’industria o sul commercio”, ha concluso Berlangeri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...