Tutti i problemi dell’Inter

Calcio

Tutti i problemi dell’Inter

L’Inter è una squadra che ha dimostrato di essere pregna di problemi. Si dice però che il 20% delle cause, genera l’80% dei problemi. Cerchiamo di capire quindi quali sono le cause di una squadra che non riesce ad avere con continuità dei risultati positivi.

Dopo la sconfitta interna contro il Cagliari per 4 a 1, ieri sera sono arrivati i tre goals di Firenze.

Un gioco che non c’è, un’identità che non è ancora stata data, un’impronta di un allenatore che fino ad ora, da luglio 2013, non ha ancora saputo imprimere. Un modulo tattico discutibile e non certo chiaro, che finisce spesso per schiacciare la squadra indietro e rallentarne la manovra, la quale tende a svilupparsi più che altro orizzontalmente piuttosto che verticalmente. Mazzarri gioca con un centrocampo molto fitto, a volte , quando schiera una sola punta, con 6 giocatori (nessuno in Europa gioca così) e quindi inevitabilmente i passaggi si rallentano e si sviluppano in orizzontale, facendo perdere profondità alla squadra.

Inoltre la squadra produce pochissime occasioni da rete e quella che sembrava essere almeno una buona difesa, ora pare, a causa proprio dell’atteggiamento tattico di cui si diceva prima, essere sempre sotto pressione.

Questi quindi sono i principali problemi dell’Inter: un allenatore che non ha ancora saputo integrarsi con tifosi e probabilmente nemmeno con la squadra, che non ha la capacità di cambiare in corsa l’atteggiamento tattico e di correggere eventuali errori. Dal punto di vista fisico la squadra appare sovraccaricata, e svuotata da quello mentale.

La dirigenza nerazzurra appare lontana e questo perchè Thohir è “poco presente” nella quotidianità. In alcuni casi avere l’appoggio della dirigenza è fondamentale.

“L’indiziato principale” rimane comunque l’allenatore, Mazzarri, in quanto tutto ciò espresso sopra ha come origine il suo modo di operare: in oltre un anno non ha saputo dare una impronta alla squadra, non ha saputo darle un’identità, ma soprattutto non ha saputo darle un gioco.

Si è rivelato un allenatore inadeguato per questa squadra, sia dal punto di vista tattico che mentale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...