Tutto sul cioccolato COMMENTA  

Tutto sul cioccolato COMMENTA  

Il cioccolato deriva dai semi di un albero tropicale del Sud America, Theobroma cacao. I chicchi sono stati raccolti e trasformati in cioccolato da mangiare o bere per 3000 anni.



Raccolto
I baccelli di cacao crescono direttamente dal tronco e dai rami della pianta del cacao. Quando sono maturi, i baccelli vengono divisi e tolti i semi della loro polpa bianca.


Fermentazione
Sempre nella loro polpa, i chicchi fermentano su di foglie di banano al sole. Dopo l’essiccazione, vengono spediti alle fabbriche di lavorazione del cioccolato.


Elaborazione
I chicchi di cacao vengono tostati, miscelati nello stabilimento di trasformazione. La rimozione di tutti i grassi naturali (burro di cacao) dal solidi lascia il cacao in polvere. Mescolare il burro di cacao con i solidi e aggiungendo lo zucchero fa mangiare cioccolato. La lecitina, un olio vegetale naturale, sostituisce talvolta il burro di cacao, che può essere venduto per altri usi.

L'articolo prosegue subito dopo

Cioccolato in Mesoamerica
I Maya, Toltechi e la civiltà azteca dell’America centrale e del Sud America hanno considerato il cacao come un cibo divino. Dal momento che non avevano la tecnologia per rimuovere il grasso dai semi, di solito hanno consumato il cioccolato come una bevanda grassa, molto speziato con peperoncino.

Cioccolato in Europa
Gli spagnoli hanno portato al cioccolato in Europa nel 1580. Gli europei anche hannobevuto il cacao, ma con aggiunta di zuccheri ed eliminato la maggior parte delle spezie.

Il cioccolato oggi
Nel 1849 una società inglese per prima ha mescolato il burro di cacao con i solidi di cacao e zucchero per fare barre di cioccolato solido. Oggi, il cioccolato solido può essere fondente, al latte o polvere bianca (fatta con il burro di cacao e zucchero) o cacao.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*