TuttoFood 2017: Vinitaly e il suo ruolo guida per la promozione del vino

Vini

TuttoFood 2017: Vinitaly e il suo ruolo guida per la promozione del vino

vinitaly-tuttofood

Per la prima volta Vinitaly è presente a TuttoFood con WineDiscovery un enorme spazio dedicato al vino

Da lunedì 8 maggio a giovedì 11 la Fiera Milano ospita l’edizione 2017 di TuttoFood. All’evento B2B dedicato al food & beverage partecipa anche Vinitaly come protagonista unico per la promozione del vino.

Quattro giorni da sogno per gli amanti del vino grazie alla più grande e variegata proposta enologica degli ultimi tempi.

Per la prima volta Vinitaly è presente a TuttoFood con WineDiscovery un enorme spazio dedicato al vino.  Il tutto è curato da Veronafiere che ha dato l’opportunità a tutti i visitatori di accedere liberamente alle due “biblioteche” del vino, ricolme di vini bianchi e rossi provenienti da tutte le regioni italiane.  All’ interno della momentanea enoteca è possibile quindi degustare i vini più pregiati grazie al servizio di ottimi sommelier.

Di particolar rilievo risultano anche i seminari dei wine expert e dei wine ambassador diplomati alla Vinitaly International Academy.
La produzione dei vini ricopre uno dei settori maggior rappresentativi del Made in Italy, con 5,6 miliardi di export solo nel 2016.  Nei rispettivi interventi di apertura a TuttoFood, il presidente dell’ICE Michele Scannavini ed il ministro per le Politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina  hanno affermato che  l’evento è molto utile per presentare al mondo i propri prodotti e fare business.

Infatti, il presidente dell’ ICE ha riferito che: “Con il Piano per la promozione straordinaria del Made in Italy abbiamo investito molto nel food perché esistono ampi margini di crescita per esportazioni, fatturato e immagine. Ci stiamo concentrando in particolare su due grandi mercati come quello degli Stati Uniti, dove il nostro export è aumentato del 24%, della Cina e del Sud Est Asiatico, dove però è necessario aumentare la cultura e la conoscenza del prodotto italiano.

In questa strategia le fiere sono leve fondamentali e Vinitaly è quella designata per il vino”.

Ed il ministro per le Politiche agricole ha aggiunto: “le fiere italiane a maggior rappresentatività per il comparto devono massimizzare le potenzialità nel settore food, di cui Verona attraverso Vinitaly rappresenta l’espressione più completa per il settore a livello internazionale con un percorso virtuoso di partnership al servizio del made in Italy inclusa l’importante esperienza del Padiglione del Vino ad Expo 2015 e la grande focalizzazione sui mercati internazionali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...