Uccide i due figli e poi tenta il suicidio

News

Uccide i due figli e poi tenta il suicidio

C_4_articolo_2008572_upiImagepp

Dramma familiare a Monza: un padre separato di 37 anni ha sgozzato i suoi due figli di due e otto anni, poi ha tentato di uccidersi. Il tragico episodio è avvenuto a Paina, una frazione di Giussano (Monza Brianza). Michele Graziano, questo il nome dell’uomo, viveva con i bambini in un appartamento dismesso senza neppure la corrente elettrica, poiché era in procinto di traslocare. Dopo aver ucciso i bambini, l’uomo ha telefonato al fratello, ed è stato questo a dare l’allarme e a chiamare subito i soccorritori e le forze dell’ordine. Purtroppo quando sono arrivati sul posto i due poveri bimbi erano già morti.

Michele Graziano faceva il cassiere presso l’Esselunga di Lissone (Monza Brianza) e aveva avuto i figli da due precedenti relazioni. Secondo quello che si racconta, l’uomo da un po’ di tempo era depresso, e dopo la fine di una relazione con una collega di lavoro più giovane, era preoccupato di non riuscire a pagare gli alimenti per i figli ed aveva già tentato di farla finita.

L’uomo è ora ricoverato e piantonato in ospedale con l’accusa di duplice omicidio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche