Uccide il fidanzato e lo cucina in pentola

Esteri

Uccide il fidanzato e lo cucina in pentola

111

Una storia terribile arriva dal Cile, dove una donna ha sparato al fidanzato uccidendolo e ha poi pensato bene di fare a pezzi il cadavere e bollirne i resti in pentola. E’ accaduto a Molina, cittadina ubicata a poco più di 200 chilometri da Santiago dove Rosanna Andrea Valdez ha freddato il compagno dopo essersi accorta che le aveva rubato del denaro che lei custodiva in una scatola di legno. Il 44enne Claudio Andrés Muñoz le aveva infatti sottratto l’equivalente di 9 mila dollari. Furiosa, la donna ha reagito prendendo una pistola e uccidendolo: poi, utilizzando un grosso coltello da cucina, ha tagliato il corpo in piccoli pezzi ed infine ha messo il tutto in una pentola dove li ha fatto bollire per diverse ore. Rosanna si è poi costituita alla polizia che, dopo un sopralluogo, ha trovato diverse parti del corpo dell’uomo chiuse dentro sacchi di nylon nell’auto della donna…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche