Uccide la madre e la sorella: il movente è agghiacciante

News

Uccide la madre e la sorella: il movente è agghiacciante

Un delitto atroce che ha sconvolto l’intero Messico. “Le ho sgozzate perché erano due streghe e mi facevano male con le loro stregonerie”. Questa la ragione che avrebbe condotto Anastasia Lechtchenko, 19 anni, messicana di origini russe, ad uccidere brutalmente sua madre, di 48 anni, e sua sorella Valeria, di tredici. Ha poi confessato l’atroce duplice delitto ai poliziotti, mantenendo lo sguardo nel vuoto e con un tono della voce quasi innaturale.

La ragazza ha ammesso senza alcun segno di pentimento di aver ucciso e poi fatto a pezzi sia la madre che la sorella. Gabriel Celestino, il legale che difende la ragazza, continua ad affermare che è innocente ed anzi accusa gli agenti di Polizia, ritenendo che l’abbiano drogata e violentata per estorcere la confessione.

La polizia del Messico respinge tali accuse e ritiene invece che vi siano altri motivi che hanno indotto la giovane e fare fuori madre e sorella.

Il caso ha diviso il Messico tra innocentisti e colpevolisti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche