Uccisa dai talebani perché voleva cantare

Esteri

Uccisa dai talebani perché voleva cantare

20120619-114518.jpg

Islamabad – Ci sarebbero i talebani dietro l’omicidio di Ghazala Javed, cantante ventenne pakistana uccisa ieri sera insieme al padre. Secondo le autorità di Peshawar l’omicidio è stata una “punizione” da parte di integralisti islamici. La donna, infatti, era fuggita proprio a Peshawar dopo essere stata minacciata da un gruppo di talebani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche