Ucciso dal palco della Pausini: la vita di Matteo vale 2000 euro - Notizie.it

Ucciso dal palco della Pausini: la vita di Matteo vale 2000 euro

Cronaca

Ucciso dal palco della Pausini: la vita di Matteo vale 2000 euro

Reggio Calabria – Matteo Armellini è morto per un lavoro da fame. Montava palchi per quegli artisti, loro si ben pagati, che devono a gente come Matteo la perfetta riuscita dei loro show. Sua madre Paola si è sfogata attraverso le pagine de L’Unità dopo aver ricevuto la comunicazione della “pratica di infortunio o malattia professionale” da parte dell’Inail. 2000 euro, tanto vale la vita di un uomo per l’istituto previdenziale. La polemica ha costretto l’ente, nella persona del suo direttore Giuseppe Lucibello, a precisare:

«non sono un risarcimento ma un anticipo dell’assegno funerario. La retribuzione molto bassa del ragazzo non consente di immaginare risarcimenti consistenti. Con le attuali leggi, l’Inail risarcisce quello che può ma ha avanzato più volte proposte per meglio tutelare i più giovani. L’Inail – continua Lucibello – ha dimostrato che una riforma di questo tipo non è particolarmente gravosa. Sarebbe importante tutelare meglio soprattutto i morti sul lavoro deceduti in giovane età perchè lì i livelli retributivi sono spesso molto bassi per cui i superstiti prendono prestrazioni di entità molto ridotta».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche