Ue e ambiente: dal 2013 detersivi senza fosfati COMMENTA  

Ue e ambiente: dal 2013 detersivi senza fosfati COMMENTA  

I 27 stati membri dell’Unione Europea hanno dato il via libera alla riduzione della quantità di fosfati e fosforo nei detersivi per i piatti, oltre che per il bucato.

Dal 30 giugno 2013 infatti, il limite massimo di fosforo per ogni lavaggio in lavatrice sarà di 0,5 grammi. È stato fissato anche il tetto per i detersivi delle lavastoviglie che contengono concentrazioni di fosforo maggiori, al massimo 0,3 grammi per dose.

I fosfati sono ampiamente usati nei detersivi perchè contrastano la durezza dell’acqua del rubinetto e permettono un’efficace pulizia di piatti e bucato.

Disciogliendosi in acqua però, finiscono nelle fogne fino ad arrivare in fiumi, laghi e nel mare.

Grosse quantità di fosfati portano molto nutrimento per le piante e le alghe acquatiche, che iniziano a proliferare fino a diventare infestanti. Questo fenomeno si chiama eutrofizzazione e comporta l’aumento dell’attività batterica presente in acqua e di conseguenza di un maggior consumo di ossigeno.

Inutile dire che tutte le forme di vita animale in assenza di ossigeno non possono sopravvivere. La decomposizione della massa vegetale in eccesso inoltre, crea processi di fermentazione che liberano in acqua sostanze tossiche come l’ammoniaca e l’acido solforico. 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*