UE: sì all’aiuto militare alla Francia COMMENTA  

UE: sì all’aiuto militare alla Francia COMMENTA  

Francois Hollande (Fonte: scenarieconomici.it)

Non si è fatta attendere la risposta dall’Unione Europea alla richiesta di Francois Hollande che aveva chiesto un aiuto militare di tutta l’Europa per i raid aerei in Siria, aumentati dopo gli attentati di venerdì scorso a Parigi. E’ proprio Federica Mogherini, nella veste di alto rappresentate degli Affari Esteri UE, a informare il presidente francese della decisione unanime del Consiglio di Difesa di dare il proprio sostegno all’azione militare.


E’ così stata attivata la clausola 42.7 del Trattato di Lisbona, la quale prevede un’azione di difesa collettiva che richiama tutti gli Stati membri per organizzare una strategia. Hollande ha incontrato in queste ore anche il Segretario di Stato americano John Kerry, con il quale si è accordato per iniziare una nuova azione militare contro lo Stato Islamico.


In queste ore stanno continuando anche i raid aerei in Siria sia dai caccia francesi che dalla coalizione internazionale guidata dagli americani nella zona di Raqqa, la roccaforte dell’Isis e punto strategico. Dopo due giorni dagli attentati, i raid sono aumentati in misura considerevole, e così faranno anche quelli russi, dopo la conferma che l’aereo di Metrojet A321 è stato abbattuto da una bomba all’interno della stiva, accertando anche che il responsabile è una cellula dello Stato Islamico.


Manuel Valls ha anche informato che la Francia non potrà rispettare gli impegni del bilancio europeo. I conti dello Stato dovranno essere rivisti in seguito all’azione militare e all’aumento della sicurezza in tutto il Paese.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*