UE vuole vietare la Pornografia

Attualità

UE vuole vietare la Pornografia

Martedì prossimo il Parlamento Europeo voterà su una proposta che potrebbe portare ad un divieto totale della pornografia in tutte le forme di media.

Il titolo della proposta di legge è  “Eliminare gli stereotipi di genere nella UE” ed invita gli Stati membri ad intraprendere azioni concrete per applicare i principi della risoluzione del 16 settembre 1997, che parla della discriminazione delle donne nella pubblicità e chiede il divieto di tutte le forme di pornografia nei mezzi d’informazione e della pubblicità del turismo sessuale.

Dal momento che la risoluzione parla di tutti i media, si teme che potrebbe essere incluso anche tutto il Web – mail e social network inclusi.  Benché molti denunciano una certa vaghezza, nel documento viene menzionato anche il coinvolgimento degli ISP (Internet Service Provider).

Tutto ciò ha scatenato una vera e propria valanga di email che ha colpito le caselle di posta elettronica dei membri del Parlamento.

A Bruxelles sono corsi ai ripari facendo attivare in fretta e furia un filtro alle caselle di posta per bloccare le mail di protesta. «Il dipartimento IT del Parlamento europeo sta bloccando il recapito di posta elettronica sull’argomento, dopo che alcuni membri si sono lamentati per aver ricevuto messaggi dai cittadini», la denuncia di Engström, parlamentare europeo per il partito dei pirati svedesi.

«A livello tecnico non so dire esattamente come questo filtro funzioni, ma solo il fatto che gli eletti neghino il dialogo con i cittadini è completamente sbagliato», riferisce il parlamentare «pirata» al portale tedesco Golem.de.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...