Uefa stangata Napoli: chiuse le curve COMMENTA  

Uefa stangata Napoli: chiuse le curve COMMENTA  

Michel Platini

L’Uefa ha deciso di punire il Napoli con la chiusura per una gara delle curve.

Le cause di tale sanzione sono l’uso materiale pirotecnico, laser e accessi bloccati col Dnipro.

LUefa ha stangato il Calcio Napoli infliggendo alla società partenopea una sanzione alquanto dura, infatti per la prima gara casalinga della prossima competizione europea a cui prenderà parte, la squadra azzurra non potrà contare sull’apporto del tifo più caldo, cioè le curve, le quali sono state chiuse per uso di materiale pirotecnico, laser e accessi bloccati nella gara con il Dnipro.


Oltre a questa già abbastanza dura sanzione, l’Uefa ha anche inflitto alla società azzurra un’ammenda di 80.000 euro.

Probabilmente il Napoli ha pagato caro lo sfogo avuto dal presidente De Laurentiis a fine gara col Dnipro, quando questi si scagliò contro il presidente dell’Uefa Platini, reo secondo De Laurentiis di aver assegnato ad una gara così importante come la semifinale di una coppa europea, una terna arbitrale non all’altezza.


Non è dato comunque ancora sapere se la Società Sportiva Calcio Napoli farà ricorso contro la sentenza dell’Uefa, ma conoscendo il carattere focoso del presidente del Napoli, la questione almeno verbalmente non potrebbe terminare qui. Si aspettano dunque sviluppi, intanto a rimetterci sono i tifosi.


 

Leggi anche

About Patrizio Annunziata 924 Articoli
Vivere di calcio e sport con passione cercando sempre di essere imparziale e raccontare solo e senza mezzi termini la pura realtà dei fatti per rendere un servizio degno ai lettori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*