Ufficiale: Cagliari-Inter si giocherà a Trieste COMMENTA  

Ufficiale: Cagliari-Inter si giocherà a Trieste COMMENTA  

Doveva essere una provocazione e questo era sembrata dopo che, all’indomani del presunto accordo tra Cellino ed il comune di Trieste, era d’incanto scoppiata una tregua con l’amministrazione cagliaritana. Il Cagliari a Trieste? Così lontano nel continente, e così improvvisamente? Ma chi ci crede. Ed invece è pura realtà: la partita contro l’Inter di sabato 7 aprile si giocherà proprio al “Nereo Rocco” della città giuliana che quindi dopo il “debutto” in Champions (datato 2 novembre 1994 quando il Milan dovette rifugiarsi su un campo neutro per le gare contro Aek Atene ed Ajax a causa della squalifica di San Siro legata al caso-Konrad) si prepara ad ospitare per la prima volta nella sua storia una gara del massimo campionato. E’ stata la Lega Serie A ad ufficializzare lo spostamento di sede ma di fatto la decisione era stata anticipata dall’amministratore delegato dell’Inter Ernesto Paolillo al termine dell’assemblea di Lega. “Vista la richiesta della Società Cagliari Calcio S.p.A., nella quale si evidenzia il perdurare delle condizioni che hanno indotto la competente Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo a disporre la temporanea riduzione della capienza dello stadio Sant’Elia di Cagliari” questa la motivazione ufficiale della Lega.


Tutti contenti? Beh, solo Cellino. Perché ai (pochi) tifosi dell’Inter decisi a seguire la squadra nella trasferta pasquale avrebbe certo fatto più piacere un viaggetto in Sardegna, da allungare magari fino a lunedì per un bel week end al Poetto.

Perché di tifosi del Cagliari ne partiranno pochissimi e perché, così facendo, Cellino ha tradito la fiducia dell’amministrazione cagliaritana. Furibonda infatti la reazione del sindaco Zedda: “Quella del Cagliari è una decisione inaccettabile.

Sarebbe questo il modo di ripagarci per aver garantito per mesi il regolare svolgimento delle partite pur in un impianto non a norma?”. Qualcosa dev’essere in effetti cambiato all’ultimo momento visto che dopo la sparata di martedì scorso i rapporti tra Cellino ed il Comune sembravano essere tornati quantomeno discreti al punto che una squadra di operai era al lavoro per permettere la riapertura totale dello stadio (al momento sono chiusi i Distinti e la Curva Sud) già a partire da sabato.

L'articolo prosegue subito dopo

Giorno in cui invece il Sant’Elia sarà tristemente chiuso, ma del tutto. E questa volta non sono previsti altri colpi di scena.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*