Ultimatum alla Grecia: tempo fino al 18 giugno

News

Ultimatum alla Grecia: tempo fino al 18 giugno

Sullo sfondo dell’ultimo incontro fra il primo ministro greco Alexis Tsipras, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande, dice la sua anche il presidente del Consiglio Europeo, il polacco Donald Tusk, lapidario nel definire un limite temporale per la conclusione delle trattative, un vero e proprio ultimatum: “per la Grecia c’è tempo fino al 18 giugno, l’Eurogruppo sarà decisivo”.

Nessuno, finora, si era mai azzardato a indicare un termine per i negoziati, e questo ha forse agevolato un gioco delle parti che sta stancando molti e rischia di aprire in anticipo (senza una vera e propria Grexit) un attacco speculativo ai danni dei titoli europei. A sbilanciarsi, è stato proprio il presidente del Consiglio Europeo, di solito molto prudente e, finora, rimasto abbastanza ai margini delle attività.

Anche il presidente della Commissione UE ha parlato, usando un’immagine suggestiva: “la gente sta diventando impaziente. Io sono solo un essere umano e condivido la loro impazienza.

Dobbiamo tirare la mucca fuori dal ghiaccio, ma si scivola molto. E noi stiamo ancora provando a spingere”.

Durissimo invece il commento del presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, secondo cui “il rischio di un fallimento della Grecia cresce di giorno in giorno”.

Ogni giorno dichiarazioni nuove, ma la situazione è sempre ferma e il mercato finanziario è in agguato, come testimonia l’intervento dell’agenzia Standard & Poor’s, che ha declassato il rating della Grecia da ‘CCC+’ da ‘CCC’. Parere nero su bianco di S&P a proposito della Grecia: ”sembra dare la priorità ad altre spese rispetto agli obblighi sul debito”.

1 Trackback & Pingback

  1. Ultimatum alla Grecia: tempo fino al 18 giugno | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche