Umberto, Renzo e Riccardo Bossi indagati: truffa ai danni dello stato COMMENTA  

Umberto, Renzo e Riccardo Bossi indagati: truffa ai danni dello stato COMMENTA  

20120516-134740.jpg

Milano – La procura di Milano ha formalmente iscritto nel registro degli indagati Umberto Bossi, e i figli Renzo e Riccardo. L’ipotesi di reato a carico di Bossi senior è di truffa ai danni dello Stato in concorso con l’ex tesoriere Francesco Belsito.

Renzo e Riccardo Bossi sono indagati, invece, per appropriazione indebita. Secondo la Procura, i due avrebbero utilizzato il denaro della Lega Nord per spese personali.

In una nota, il Procuratore Capo Edmondo Bruti Liberati ha fatto sapere che sotto stretta osservazione ci sono i rimborsi elettorali dichiarati dal movimento nel luglio del 2011.

Indagato anche il senatore leghista Piergiorgio Stiffoni, per lui l’accusa è di peculato. Il procuratore aggiunto Alfredo Robledo e i pm Roberto Pellicano e Paolo Filippini, ritengono che Stiffoni abbia usato per fini personali i fondi destinati al Senato.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*