Umidità muri: soluzioni e rimedi

Ambiente

Umidità muri: soluzioni e rimedi

Muffa, muri screpolati, pareti ingiallite…Sono i chiari sintomi che la vostra abitazione ha un alto livello di umidità. E’ possibile intervenire con dei rimedi naturali, ecco quali.

L’umidità può rappresentare una vera minaccia per i muri della nostra abitazione. Inoltre, vivere in un ambiente con un alto livello di umidità può essere dannoso per la salute: virus, batteri, muffe…Come porre rimedio?
Se non volete acquistare dei deumidificatori, potete usare dei piccoli accorgimenti che possono esservi d’aiuto.

  • Date più aria alle vostre stanze: soprattutto nelle stagioni più fredde, occorre utilizzare al massimo la luce del sole. Per questo motivo tenete aperte porte e finestre; cambiare aria non fa solo bene ai muri ma anche ai vostri polmoni perchè vi permetterà di avere l’aria pulita, priva di batteri e virus.
  • Quali sono gli ambienti dove si vede di più la presenza dell’umidità? Quelli dove c’è vapore, quindi bagno e cucina.

    Utilizzate per tanto gli aspiratori dotati di filtro (da pulire periodicamente) per quanto riguarda la cucina e le ventole in bagno da azionare quando fate la doccia o un bagno.

  • Non fate asciugare i panni in casa. Anche se è di uso comune tenere lo stendibiancheria in casa, questo non fa altro che aumentare l’umidità nella vostra abitazione.
  • Abbiate sempre cura di controllare la vostra grondaia per evitare l’accumulo di acqua lungo il perimetro della vostra abitazione, soprattutto durante le giornate uggiose.
  • Al primo accenno di muffa intervenite! Non lasciate che il danno peggiori e ricorrete subito alla pulizia con della candeggina.

In commercio potete trovare dei kit “assorbi muffa” a prezzi piuttosto modici (intorno ai 10€) ma se siete amanti del “Fai da te”, allora potete costruirvelo da soli, è molto semplice ed il risultato è garantito. Vi servirà un contenitore di plastica dotato di coperchio e sopra il quale dovrete praticare dei buchi.

Fatto questo, all’interno di un sacchetto di organza, mettete del sale grosso; chiudetelo e posizionatelo sulla scatola. Attraverso un processo di osmosi infatti, il sale assorbirà l’acqua. La scatola raccoglierà l’acqua e potrete riutilizzare il vostro kit a km zero, perchè vi basterà far asciugare il sale e riposizionarlo nel sacchetto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...