Un erede diseredato COMMENTA  

Un erede diseredato COMMENTA  

Oddone collaborò nelle riforme con il suo venerato Gregorio VII, divenendo arcidiacono della cattedrale di Reims. Entrò poi nell’abbazia di Clury e percorse un rispettabile percorso, fino a ricevere dal papa la benedetta cardinalizia e il vescovado di Ostia.

In realtà contava di succedere a Gregorio che in punto di morte lo aveva investito come suo degno erede, insieme agli altri prelati Anselmo di Lucca ma alla fine , la scelta era caduta a sorpresa sull’abate Desiderio.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*