Un farmaco per dimagrire la fa finire sulla sedia a rotelle COMMENTA  

Un farmaco per dimagrire la fa finire sulla sedia a rotelle COMMENTA  

Succede il 9 settembre scorso: una 47enne di Roma assume un farmaco prescrittole dal dietologo che l’avrebbe aiutata a dimagrire.

Tempo pochi minuti dopo l’assunzione la donna ha un malore e si ritrova in coma a causa di un ictus.

E quando si sveglia si ritrova bloccata sulla sedia a rotelle.

Per un desiderio di vanità, per ritrovare il peso forma dopo la gravidanza gemellare di 4 anni fa, si era rivolta ad un medico specializzato e ora la Procura ha aperto un’inchiesta per il reato di lesioni gravissime.

Nel registro degli indagati potrebbero finire sia il medico che ha prescritto le pillole e sia il farmacista che le ha confezionate.

Le pastiglie sono state sottoposte ad analisi tossicologica e la sostanza rilevata, la fenilpropanolamina, risulta usata dai veterinari per i suoi effetti anoressizzanti.

L’indagine serve a determinare se la causa del grave incidente sia da attribuire al farmaco, al medico che doveva assicurarsi dello stato di salute della donna o del farmacista che non ha rispettato i dosaggi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*