Un minuto di silenzio per ricordare le vittime di Fukushima

Attualità

Un minuto di silenzio per ricordare le vittime di Fukushima

Oggi il Giappone alle 14.46 (le 6.46 italiane) si è fermato per un minuto, ricordando il disastro che si è compiuto un anno fa: la scossa di terremoto di magnitudo 9 della scala Richter che ha causato lo tsunami e il più grave disastro nucleare dai tempi di Chernobyl. L’imperatore Akihito ha ricordato le 19 mila vittime della strage, i 3000 dispersi, e tutti coloro che ancora sono vittime delle tragiche conseguenze di questa catastrofe. Inoltre, ha anche espresso la sua riconoscenza verso tutti gli uomini che hanno contribuito con il loro aiuto e sostegno alla rinascita del Paese. La scossa fu talmente forte da distruggere 370 mila abitazioni ed edifici e tutt’ora di contano circa 260 sfollati, che vivono in situazioni precarie nelle prefetture di Iwate, Myagi e Fukushima.

Caterina Mirijello

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche