Un padre denuncia: mio figlio down cacciato dal campus estivo COMMENTA  

Un padre denuncia: mio figlio down cacciato dal campus estivo COMMENTA  

Andrea-Mantovani-figlio-cacciato-300x225

Andrea Mantovani, padre di un bambino down, Danilo, denuncia il triste episodio che ha vissuto e desidera che alla sua denuncia venga data massima visibilità tramite social network. Secondo quanto riposta il padre, il piccolo Danilo sarebbe stato allontanato dal centro estivo del quartiere Ottavia a Roma perché affetto da sindrome di Down. “Il gestore del centro estivo ha riferito che era molto dispiaciuto, ma Danilo non poteva frequentare perché era difficile da gestire e lui non aveva personale da dedicargli”, racconta il padre. Così lui propone di pagare un tutor a parte per suo figlio, ma il centro non accetta. “Non vorrei che crei problemi agli altri bambini che, tornati a casa, si lamentino di Danilo, e magari i genitori portino via i figli dal centro”, risponde il gestore.


Così Andrea ha capito che il problema era Danilo, e che avevano paura di perdere a causa sua soldi e clienti. Il padre di Dany ha quindi deciso di lanciare una campagna antidiscriminazione per difendere i diritti dei bimbi down.

L’iniziativa di Andrea Mantovani ha sortito qualche effetto: Valerio Barletta, presidente del XIV Municipio di Roma ha proposto di iscrivere Danilo in un centro sportivo municipale, dove il bambino potrà frequentare insieme ad altri bambini le diverse attività previste, gratuitamente.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*