Un ragazzino abbandonato conosce il pompiere che lo ha salvato COMMENTA  

Un ragazzino abbandonato conosce il pompiere che lo ha salvato COMMENTA  

Arlington, Texas – Quando Koregan Quintanilla stava parlando con i suoi compagni riguardo a un qualsiasi posto in cui andare nel mondo, lui non ha risposto né un parco divertimenti, né un evento sportivo, né un ristorante per bambini, ma il dipartimento dei vigili del fuoco.


Koregan è stato abbandonato nel 2002 al dipartimento dei vigili del fuoco di Arlington quando aveva solo poche ore di vita. La legge del Texas, Baby Moses,  permette a un genitore di lasciare un bambino almeno fino ai 60 giorni presso un dipartimento dei vigili del fuoco o un ospedale. I servizi sociali si sono poi presi cura del bambino. Giovedì sera, Koregan ha realizzato il suo desiderio per il 10° compleanno. Ha conosciuto il poliziotto che lo ha salvato, ha visitato il dipartimento dei vigili del fuoco e ha detto che lui è stato “molto carino”.

Keck ha raccontato che lui è stato molto contento di vedere il ragazzo per la prima volta da quando è stato trovato presso il dipartimento in una fredda mattina di novembre. Lui aveva fatto un doppio turno, quando è uscito ha visto il bambino che stava dormendo e ha raccontato ai suoi colleghi la notizia, ha detto. “Ho annunciato che qualcuno ci aveva lasciato un dono,.mi sembrava stesse bene. Non ricordo che piangesse. L’ho cullato e si  è addormentato. Io ho 4 figli e tra i miei colleghi, alcuni sono padri, quindi per noi non è nuovo tutto ciò”.

La madre di Koregan, la signora Quintanilla ha sempre saputo che il figlio era stato adottato e che quest’anno quando ha iniziato ad avere maggiore interesse nei vigili del fuoco, hanno deciso di organizzarsi perché realizzasse il suo sogno. La madre ha raccontato: “Lui è un bambino molto buono, timido e che dà sempre tutto agli altri. Dopo che ha parlato con il signor Leck, credo si assomiglino e che abbia acquisito alcuni tratti della perosnalità di Keck, nonostante abbia trascorso poche ore con lui.”

Dal 2009, 43 bambini sono stati portati presso i dipartimenti dei vigili del fuoco o presso gli ospedali. Tutti gli stati hanno leggi simili, ma il Texas è stato il primo a creare la legge Baby Moses, del 1999 ed emanata nel 2001.


Quintanilla, che ha altri 5 figli, tutti adottati, ha detto di essere grata per la legge Baby Moses, anche se questo significa che Koregan non troverà mai la sua madre biologica o la sua storia medica. “E’ sorprendente, perché ci sono donne che non hanno idea di cosa fare. C’è una finestra del tempo quando capiscono che possono fare la scelta giusta”, ha raccontato la signora Quintanilla.


Keck, il pompiere, è d’accordo. “Sono felice di come si è svolta la vicenda. Non ho fatto niente di speciale. Sono stato nel momento giusto al posto giusto”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*