“Un segreto non è per sempre”, Alessia Gazzola

Libri

“Un segreto non è per sempre”, Alessia Gazzola

E’ in libreria solo da pochi giorni, eppure i presupposti sono buoni per il nuovo romanzo di Alessia Gazzola, “Un segreto non è per sempre”, (Longanesi, 2012). Un libro che, come ha dichiarato Luciana Littizzetto: << E’ scritto bene, è intelligente e fa morir dal ridere. >>

<< Mi chiamo Alice Allevi e ho un grande amore: la medicina legale. Il più classico degli amori non corrisposti, purtroppo. >> Ecco come la protagonista del romanzo si presenta ai lettori, e l’idea di una stacanovista totalmente assorta nei propri impegni è la prima a saltare alla mente. Ma quando Alice si trova a fare i conti con la morte sospetta dell’eccentrico scrittore Konrad Azais, ecco prendere forma, pagina dopo pagina, i tratti di una personalità più complessa e sofisticata. Una personalità tanto volonterosa quanto indagatrice, disposta a sporcarsi le mani pur di far luce sul caso; la personalità di una donna insieme fragile e determinata, che ha fatto degli amori – o meglio, degli amori non corrisposti – la propria religione.

I riferimenti alla sfera sentimentale non sono casuali, tant’è che occupano una vasta porzione del romanzo.

L’indagine di Alice, infatti, pur rimanendo il tema centrale del libro viene costantemente minata da una fitta schiera di imprevisti amorosi: il suo Arthur che è lontano, in giro per il mondo – forse a Parigi – come reporter e Claudio, il suo giovane superiore che, al contrario, le è pericolosamente vicino. Emozioni e sensazioni che traspaiono genuine dalla penna dell’autrice e che imprezioscono ancor più i già ricchi contenuti della trama.

Alice Gazzola è nata a Messina nel 1982 ed è medico chirurgo specialista in medicina legale. Ha esordito nella narrativa con il romanzo “L’allieva”, (Longanesi, 2011) che ha fatto conoscere e amare al pubblico italiano e a quello dei principali Paesi europei dove è uscito un nuovo e accattivante personaggio: Alice Allevi. “Un segreto non è per sempre” è la sua seconda pubblicazione.

Filippo Munaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche