Un selfie può salvare la vita

Guide

Un selfie può salvare la vita

stacey-yepes-620x350

Impazza ormai nel web, e soprattutto sui social network, la mania dei “selfie“, vale a dire gli scatti che ci si fanno da soli usando lo smartphone. Ma forse quando si usano i dispositivi tecnologici per gioco, non si pensa che potrebbero essere utili anche per motivi ben più importanti.

Grazie ad un selfie, una donna è riuscita a farsi diagnosticare una serie di mini ictus subiti, forieri di un ictus più grave che sarebbe avvenuto se non avesse pensato a farsi un autoscatto per avere una diagnosi più esatta.

La protagonista di questa storia si chiama Stacey Yepes, ed è canadese.  La donna si è rivolta ai medici dicendo di aver avuto degli episodi in cui si era sentita irrigidire il volto, e in seguito aveva avuto delle difficoltà a parlare. I dottori avevano attribuito i sintomi allo stress, ma lei non se ne era fatta persuasa.

Così, quando la cosa è accaduta di nuovo, si è scatta un selfie: mostrandolo ai medici, loro hanno capito che la sua patologia era ben più grave e sono corsi ai ripari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...