Un topo morto nella scatola del latte COMMENTA  

Un topo morto nella scatola del latte COMMENTA  

Ponte nelle Alpi – Brutta avventura per una donna che si apprestava a fare colazione. La donna ha tirato fuori una scatola del latte dal frigorifero comprata da poco, l’ha aperta ed ha versato il contenuto in una tazza.

Il latte usciva a fatica come se qualcosa ne impedisse il passaggio dal taglio fatto sul cartone. Dall’interno proveniva un odore nauseabondo. La donna, tra il disgustato e il curioso, ha aperto di netto il cartone per vederci chiaro.

Orrore: nella confezione del latte c’era un topo in decomposizione. La donna aveva acquistato il latte presso la  Cooperativa di San Vito che, informata dalla donna, ha allertato la casa produttrice (sul nome è stretto riserbo). Quest’ultima ha contattato la donna per chiedere delle foto a testimonianza di quanto denunciato.

C’è da chiedersi: essendo il topo finito nella confezione durante il processo d’imbustamento, quanto latte è stato contaminato?

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*