Un uomo Brasiliano vivo mentre si celebra il suo funerale COMMENTA  

Un uomo Brasiliano vivo mentre si celebra il suo funerale COMMENTA  

Sao Paulo – Un uomo di 41 anni, addetto al lavaggio macchine ha scioccato la sua famiglia quando ha interrotto il suo funerale a casa della madre a Alagoinhas, nel nordest del Brazile, ha detto un poliziotto martedì.

Leggi anche: Classifica delle calciatrici più forti al mondo

L’ispettore della polizia Roberto Lima ha affermato che quella domenica José Marcos Araujo ha identificato il corpo di suo fratello, Gilberto.
Lima ha poi riferito che José Marcos ha portato il corpo da sua madre per la veglia funebre.

Leggi anche: Brasile, prete abusa di bimba 5 anni: lei disegna le violenze

La moglie di Marcos, Paula, ha affermato che “il problema è iniziato a sussistere nel momento in cui è giunta la notizia della morte del fratello di Marcos trovato morto, in seguito a un omicidio. Lima ha detto che ” i due corpi si assomigliano molto e che sono entrambi addetti al lavaggio macchine e che quindi il caos era comprensibile”. L’altro corpo identificato era di Genivaldo Santos Gama.

Alcune ore prima del funerale, “un amico ha visto Gilberto camminare lungo la strada e gli ha detto che lo stavano seppelendo”, così si è recato immediatamente dalla madre per far sapere a tutti di essere vivo.

L'articolo prosegue subito dopo

Araujo ha raccontato che durante la veglia, “molti sono svenuti e alcuni sono fuggiti in preda allo spavento. E’ stato uno schock”.
La madre di Gilberto, la signora Marina Santana ha detto ai giornalisti “Sono felicissima, proprio come una madre che scopre che prima suo figlio è morto e poi lo vede vivo”.

Leggi anche

Windows Store.
Tecnologia

Windows Store non scarica app: cosa fare

Download bloccati per motivi imperscrutabili: cosa fare quando il mai particolarmente munifico Windows Store non scarica le app? Ecco alcuni suggerimenti. Nella maggior parte dei casi, gli utenti di sistemi operativi come Windows o Android, ma anche di i normali possessori di un PC, per i loro acquisti telematici di software "utile", preferiscono andare a colpo sicuro su prodotti certificati e dalla verificata e verificabile reputazione. Ecco perché le principali fonti di aggiornamento di app e software rimangono i negozi online "ufficialmente riconosciuti", come Google Play o Windows Store. Per quanto riguarda quest'ultimo, tuttavia, c'è da registrare un bug alquanto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*