Un virus si finge carabiniere e truffa gli utenti COMMENTA  

Un virus si finge carabiniere e truffa gli utenti COMMENTA  

Ormai tutte le vecchine lo sanno. Non si apre a gente che dice di essere un Carabiniere, anche se è in divisa.

Nessuno però aveva ancora avvertito gli internauti. Molti navigatori sprovveduti si sono quindi trovati ad aprire inconsapevolmente i propri portafogli a gendarmi, fasulli come la promessa di un politico.


Come funziona la faccenda?

Un virus blocca il computer, e viene fuori un messaggio con su scritto che è stata la Polizia o altro ente istituzionale a bloccare la tua nuova droga, la connessione a internet, perché devi pagare una multa. Molte persone, prese sul fatto girando nei siti più cliccati di tutti, si sentono colte in fallo e pagano. La Polizia Postale avverte: meglio affidarsi a un tecnico oppure cercare il worm in cartelle temporanee. L’importante è non pagare.  

A presto per gli aggiornamenti e ricordate: non aprite la posta agli sconosciuti.


Vittorio Nigrelli

Leggi anche

bluetooth
Tecnologia

Cuffie bluetooth vs auricolari bluetooth

Breve guida all'acquisto del dispositivo bluetooth più affine alle nostre necessità. Come tutti sanno, il protocollo bluetooth è uno standard tecnico di trasmissione dati wireless, particolarmente utilizzato per dispositivi di diffusione del suono come cuffie Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*