Un virus si finge carabiniere e truffa gli utenti

Tecnologia

Un virus si finge carabiniere e truffa gli utenti

Ormai tutte le vecchine lo sanno. Non si apre a gente che dice di essere un Carabiniere, anche se è in divisa.

Nessuno però aveva ancora avvertito gli internauti. Molti navigatori sprovveduti si sono quindi trovati ad aprire inconsapevolmente i propri portafogli a gendarmi, fasulli come la promessa di un politico.

Come funziona la faccenda?

Un virus blocca il computer, e viene fuori un messaggio con su scritto che è stata la Polizia o altro ente istituzionale a bloccare la tua nuova droga, la connessione a internet, perché devi pagare una multa. Molte persone, prese sul fatto girando nei siti più cliccati di tutti, si sentono colte in fallo e pagano. La Polizia Postale avverte: meglio affidarsi a un tecnico oppure cercare il worm in cartelle temporanee. L’importante è non pagare.

A presto per gli aggiornamenti e ricordate: non aprite la posta agli sconosciuti.

Vittorio Nigrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche