Un volontario della Croce Rossa di Parma, posta un annuncio razzista, la reazione del sindaco di Parma

Un volontario della Croce Rossa di Parma, posta un annuncio razzista, la reazione del sindaco di Parma

Attualità

Un volontario della Croce Rossa di Parma, posta un annuncio razzista, la reazione del sindaco di Parma

Ha destato sdegno e clamore il post pubblicato da un volontario della Croce Rossa di Parma, che attraverso un post pubblicato su Facebook, avrebbe mimato un annuncio a contenuto fortemente xenofobo e razzista: ‘AAA Vendo profughi in buono stato tra Baganzola e Vicomero, tanta voglia di fare le persone discrete e pulite. Ora ne ho 14 quindi a mezzanotte apro i preorder e il primo che arriva se li piglia. No perditempo o buonisti del c.’ è questo il contenuto di quanto arrivato sul tavolo del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, che sul gravissimo episodio che ha riguardato un cittadino parmense, ha cosi chiosato: ‘La città non si identifica con atteggiamenti di questo tipo e non incarna quei sentimenti’ di fatto prendendo le distanze da quelle parole, cosi come ha fatto anche il Comitato Provinciale di Parma della Croce Rossa Italiana sulla sua pagina Facebook.

‘Il post non può passare sotto silenzio – ha proseguito il sindaco di Parma Pizzarotti – L’episodio deve far riflettere tutti su quanto danno può provocare alla civile convivenza chi fa leva sul malcontento, senza dare risposte o soluzioni concrete a un fenomeno di natura epocale, di fronte al quale le nostre coscienze non possono restare indifferenti’.

Ferma anche la reazione della Croce Rossa Italiana che ha preso le distanze dal pensiero espresso sul social network da un proprio operatore: ‘Croce Rossa Parma – si legge sulla pagina ufficiale di Facebook dell’organizzazione – e tutti i volontari e dipendenti, che giornalmente operano nel pieno rispetto dei sette Principi Fondamentali, prendono le distanze dalle dichiarazioni effettuate tramite social network, relativamente al recente arrivo di 14 rifugiati nel Centro di Accoglienza di Baganzola‘.

La Croce Rossa ha anche annunciato che andrà a fondo sulla questione per accertare come sono andati i fatti: ‘abbiamo già avviato immediate verifiche su ciò che è avvenuto e opereremo secondo il regolamento vigente.

Nessuna violazione dei diritti umani è ammessa e tollerata’.

Leggi anche