Una certa idea di mondo di Alessandro Baricco COMMENTA  

Una certa idea di mondo di Alessandro Baricco COMMENTA  

 

 

 

Alessandro Baricco, torinese, classe 1958, scrittore, critico, saggista, conduttore, regista tra i massimi esponenti della cultura italiana. E’ in uscita questa settimana in tutte le librerie “Una certa idea di mondo“. “Mi va di parlare di libri, in un momento in  cui non sembra più così importante dirsi quali sono belli e quali no, litigarne  un po’, pronunciarsi.

Più facile che lo si faccia coi film, o con la politica.  Eppure i libri sono ancora lì, a migliaia, e continuano a declinare una civiltà  di piaceri pazienti che in modo piuttosto silenzioso collabora a ridisegnare  l’intelligenza e la fantasia collettive.

Tutto quel che si può fare per dare  evidenza a una simile liturgia mite, lo si deve fare. E allora eccomi qui a fare  la mia parte.

[…] Alla fine mi son ricordato di una cosa che ho imparato dai  vecchi: falli parlare di quello che veramente conoscono e amano, e capirai cosa  pensano del mondo.

L'articolo prosegue subito dopo

(Chiedigli come si immaginano il Paradiso, se vuoi capire  cosa pensano della vita: non so più chi l’ha detta, ma è vera.) Io di cose che  conosco davvero, e amo senza smettere mai, ne ho due o tre. Una è i libri. Mi è  venuta un giorno questa idea: che se solo mi fossi messo lì a parlare di loro,  prendendone uno per volta, solo quelli belli, senza smettere per un po’ – be’,  ne sarebbe venuta fuori innanzitutto una certa idea di mondo. C’erano buone  possibilità che fosse la mia.”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*