Una discarica abusiva sulla lapide del piccolo Tommy COMMENTA  

Una discarica abusiva sulla lapide del piccolo Tommy COMMENTA  

La località Traglione, Casalbaroncolo (Parma), il luogo in cui il 2 marzo del 2006 venne ucciso il piccolo Tommy, è diventata una discarica in piena regola. Water, sacchi d’immondizia, bidoni e plastica: questo è quello che si presenta sulla lapide del bimbo rapito e poi ucciso. A denunciare questo ignobile fatto è proprio la mamma, Paola Onofri, la quale dice: “non è la prima volta che succede. Nonostante i cartelli di divieto la gente continua ad abbandonare ogni cosa, anche frigo e televisori, – poi aggiunge – diverse volte sono andata a fare pulizia”. Ll 6 settembre sarà il compleanno del bimbo e lei, con amici e parenti, hanno deciso di ricordarlo con una messa per poi andare sul luogo dove il piccolo corpicino è stato ritrovato.


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*