Una figlia non può più guardare la triste soap opera della sua famiglia

Attualità

Una figlia non può più guardare la triste soap opera della sua famiglia

Cara Abby,
i miei genitori sono degli anni ’80. Ho due fratelli. Pete, il maggiore che ha 50 anni e vive con loro, Dave vive accanto a noi. I miei genitori li supportano economicamente. Nessuno dei due lavora o prova a trovarsi un lavoro. Entrambi sono dipendenti da pillole e metanfetamine. I mei genitori lo sanno, ma continuano a pagargli le bollette.

Pete e Dave rubano e incolpano ogni membro dlela famiglia che viene a trovarci. I miei genitori sono nel rifiuto totale. Ogni giorno usano sempre più droga, aumentando così la violenza e trattano le persone sempre male.

Una parte di me capisce che non sono affari miei, l’altra parte di me è furiosa e vuole mettere fine a tutto ciò, anche grazie a i mie genitori. Se io do dei consigli ai miei genitori, come tagliargli i fondi, penseranno che sia pazza. Sono pronta a tutto, perché bisogna fermare tutto questo.

Penso che ai miei genitori piaccia pagare per i miei fratelli, ma facendo così loro non crescerranno mai e non saranno mai indipendenti. Hai qualche consiglio?
Anonima nel Southwest

Cara Anonima,
concordo con te nel fatto che non c’è niente che si possa fare per salvare i tuoi genitori o i tuoi fratelli, per quel che importa. Ma tu puoi salvare te stessa. Se vedi che c’è troppo dolore, tu hai il permesso di distaccarti, prendere le distanze da questa situazione, che sembra essere la loro situazione normale di vita.

Cara Abby,
vivo in un quartiere abbastanza tranquillo, ma i miei vicini e i loro figli urlano in continuazione.

Questa mattina, il padre ha urlato al figlio dicendogli di ripetere le lettere dell’alfabeto che lui gli stava indicando. Quando il ragazzo faceva degli errori, veniva sgridato. E’ stato poi interrotto dalla madre, che gli ha urlato di smettere. Lui ha risposto alla moglie dicendo “Chiudi la bocca” e lei ha risposto “Non toccarmi”!.

Io non so cosa fare.

Dovrei chiamare la polizia o non sono affari miei?
Una vicina preoccupata della California.

Cara vicina preoccupalta,
l’agitazione che si respira in quella casa non è salutare per i bambini.La prossima volta che il padre urla, chiama la polizia per comunicare un “disturbo domestico”.L’abuso verbale potrebbe sfociare nella violenza fisica, se non è già successo.

Cara Abby,
il mio fratellastro è un avvocato, che ha avuto una relazione un paio di anni fa con la sua baby sitter, che ha distrutto il matrimonio durato 20 anni con la mia sorellastra, in quanto lui ha sposato la baby sitter.

Io non voglio avere nulla a che fare con lui e con la sua nuova moglie. Lui è stato con noi per un po’ e ha mentito sulla relazione. Non ho nessun rispetto per loro, io solitamente li ignoro, perché non ho nulla a che spartire con persone che non condividono i miei stessi valori.

Abby, pensi che dovrei accettare la sua nuova moglie?
Donna di principio in Dayton

Cara donna di principio,
le buone maniere ci insegnao che quando tu li vedi devi essere gentile con loro. Non andare oltre il semplice “Ciao, come stai”? e parla con gli altri parenti, il che non significa che tu li accetti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche