Una nuova dipendenza: il social network COMMENTA  

Una nuova dipendenza: il social network COMMENTA  

E’ già noto che il tempo medio trascorso sui social network è notevole. Ma ora, uno studio condotto all’University Of Chicago Booth School Of Business e pubblicato su “Psychological Science” afferma che twitter, facebook, youtube e così via generano un vero e proprio disturbo, contrassegnato da una ben distinta sintomatologia.


Prima di tutto, è di rilievo il fatto di rimuginare continuamente sui contenuti da scrivere o pubblicare per aggiornare lo stato o il profilo. In secondo luogo, insorge la progressiva incapacità di rimanere disconnessi per qualche tempo. E ancora, sono presenti minore voglia di fare e di uscire di casa per incontrare il mondo reale, preferendo di gran lunga quello virtuale. E proprio quest’ultimo sintomo è quello che deve porre in allarme e che rappresenta la spia della sopraggiunta dipendenza.


La soluzione a questo disagio sarebbe interrogarsi su che cosa ci porti ad evitare il contatto con la realtà: la difficoltà a stabilire relazioni nella vita di tutti i giorni, l’esigenza di controllo (per esempio della vita e delle relazioni del partner) oppure la possibilità di costruirsi un’immagine socialmente migliore, più aderente a ciò che si vorrebbe essere.


 

Irene Ferri

Leggi anche

Salute

Dieta Lemme: quali danni provoca

Dieta Lemme: sconsigliata a chi soffre di problemi al fegato, ai reni, la mancanza totale di sale potrebbe portare ad ipotensione con capogiri, sconsigliata anche alle donne in gravidanza La dieta del Dottor Lemme sta Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*