Una nuova dipendenza: il social network COMMENTA  

Una nuova dipendenza: il social network COMMENTA  

E’ già noto che il tempo medio trascorso sui social network è notevole. Ma ora, uno studio condotto all’University Of Chicago Booth School Of Business e pubblicato su “Psychological Science” afferma che twitter, facebook, youtube e così via generano un vero e proprio disturbo, contrassegnato da una ben distinta sintomatologia.


Prima di tutto, è di rilievo il fatto di rimuginare continuamente sui contenuti da scrivere o pubblicare per aggiornare lo stato o il profilo. In secondo luogo, insorge la progressiva incapacità di rimanere disconnessi per qualche tempo. E ancora, sono presenti minore voglia di fare e di uscire di casa per incontrare il mondo reale, preferendo di gran lunga quello virtuale. E proprio quest’ultimo sintomo è quello che deve porre in allarme e che rappresenta la spia della sopraggiunta dipendenza.


La soluzione a questo disagio sarebbe interrogarsi su che cosa ci porti ad evitare il contatto con la realtà: la difficoltà a stabilire relazioni nella vita di tutti i giorni, l’esigenza di controllo (per esempio della vita e delle relazioni del partner) oppure la possibilità di costruirsi un’immagine socialmente migliore, più aderente a ciò che si vorrebbe essere.


 

Irene Ferri

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*