Una vita sconvolta dopo una banale caduta dalle scale

Cronaca

Una vita sconvolta dopo una banale caduta dalle scale

Victoria Abbott-Flemming aveva una vita perfetta, come tante altre ragazze della sua età. A ventiquattro anni si era laureata in Legge e lavorava in un college. Purtroppo, però, il destino è stato molto crudele con lei. Dopo un’apparente banale caduta dalle scale nel college in cui insegnava, le gambe di Victoria hanno cominciato a gonfiarsi in maniera incredibile, e quando si è rivolta ai medici questi hanno peggiorato le cose con una serie di diagnosi del tutto sbagliate.

La povera Victoria soffriva di dolori lancinanti alle gambe, come se tanti spilli le stessero trafiggendo la pelle. Nel 2004 è arrivata la diagnosi di “Algodistrofia” (CRPS), una condizione di dolore debilitante e cronico che consegue ad un infortunio.

Nei casi più gravi questa patologia può condurre ad una grave infezione e addirittura all’amputazione degli arti. Victoria, per ottenere sollievo dal dolore atroce che non lasciava mai, ha provato di tutto, ma purtroppo la situazione peggiorava di giorno in giorno.

Nel 2006, ad Agosto, gli arti inferiori di Victoria si sono riempiti di vermi e così i medici hanno consigliato di procedere con l’amputazione della gamba destra da sotto al ginocchio.

Per guarire dopo l’intervento la donna ha dovuto aspettare diciotto mesi, ma il dolore è ancora forte. Nel 2013 Victoria contrae l’influenza suina e rischia di morire. Intanto la terribile CRPS attacca anche la gamba sinistra e diventa necessario un altro intervento per amputare anche l’altro arto. Victoria ha scritto un libro per documentare il suo terribile calvario, un racconto che serve a far conoscere questa malattia e a dimostrare quanta forza d’animo possiede questa donna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...