Undicesima edizione del prezzario opere edili e impiantistiche COMMENTA  

Undicesima edizione del prezzario opere edili e impiantistiche COMMENTA  

Cuneo – Al via l’undicesima edizione del “Prezzario delle opere edili e impiantistiche”, edito dalla Camera di commercio, presentata lunedì 4 marzo nella sede dell’ente camerale.

“Anche quest’anno – ha precisato Ferruccio Dardanello nel suo intervento di saluto – si è concluso il complesso lavoro di revisione e aggiornamento dati, approdando a un’opera che si conferma quale utile strumento a disposizione del settore edile e impiantistico. Settore questo fortemente radicato nel Cuneese, dove rappresenta il 15% dell’imprenditorialità complessiva e conta quasi 10.900 imprese, di cui poco più di 9.000 artigiane, con una netta maggioranza di ditte individuali, pari al 72% del totale”. Oggi tuttavia, anche in una provincia come la nostra, che vanta vivacità di interventi e professionalità degli operatori, il persistere della crisi che ha colpito tutto il sistema produttivo fa segnare un calo del comparto (-3,6%) rispetto allo scorso anno.

L’edilizia della Granda impegna oltre 20.000 persone, ma anche in questo ambito, secondo i dati elaborati dalla Provincia e monitorati dall’Osservatorio regionale del mercato del lavoro, gli avviamenti nel corso del 2012, hanno registrato un calo pari al 21% rispetto all’anno precedente.

Il Comitato tecnico presieduto da Attilio Ferrero, composto da esponenti degli ordini professionali e delle associazioni di categoria provinciali, ha aggiornato le 12.672 voci del volume, con un puntuale e preciso lavoro di analisi e revisione, eliminando le parti obsolete e inserendo nuovi paragrafi. Accanto alla revisione dei costi della manodopera sono state apportate alcune modifiche: il completamento dei gruppi di pompaggio per antincendio e degli impianti solari. È stato introdotto un nuovo capitolo intitolato “Sistemi di anti intrusione” e sono stati aggiornati i capitoli riguardanti le antenne e i cancelli automatici. Nel comparto delle costruzioni sono state inserite nuove voci e aggiornate quelle relative al legname strutturale.

L'articolo prosegue subito dopo

“Meritevole di citazione è la collaborazione instaurata dalla Camera di commercio nei confronti della Regione Piemonte – ha sottolineato Ivo Pellegrino, coordinatore del Comitato e moderatore dell’incontro – mirata alla revisione e all’aggiornamento di alcune parti del Prezzario regionale e volta a condividere i metodi di analisi dei prezzi e la tecnica utilizzata per redigere le rilevazioni nei due Prezzari, quello cuneese e quello regionale”. L’iniziativa curata dal Comitato camerale, con il diretto interessamento di Confindustria, Confartigianato e Ordine degli ingegneri, ha preso avvio nel 2011 con l’esame delle lavorazioni relative alle opere di scavo ed è stata ampliata nel 2012 con l’aggiornamento delle analisi dei prezzi di altre tre categorie: murature, solai e noli, assegnate dalla Regione al Comitato camerale cuneese. “Un ringraziamento particolare – ha espresso Attilio Ferrero nel suo intervento – va quindi rivolto al dirigente del settore tecnico opere pubbliche della Regione, Claudio Tomasini, che ha permesso di intraprendere e proseguire un rapporto di collaborazione che si ritiene consentirà di rendere più omogenei nei contenuti i due studi, onde evitare alcune disparità registrate in passato”.
L’incontro è stato inoltre occasione per la presentazione di due iniziative poste in campo dalla Camera di commercio per gli operatori del settore edilizia: lo “Sportello energia”, presentato da Gianfranco Ruta direttore della Dintec (Consorzio per l’innovazione tecnologica), finalizzato a diffondere la cultura del risparmio energetico e l’uso consapevole dell’energia e il recentissimo progetto integrato di filiera finanziato dal sistema camerale piemontese e dalla Regione Piemonte per supportare sui mercati esteri le imprese del settore “abitare”, illustrato dai funzionari del Ceipiemonte.
Il Prezzario si conferma dunque un utile strumento di consultazione e documentazione per le imprese del settore edile e impiantistico e per coloro che cercano riferimenti nella definizione dei costi di progetti realizzati nel pubblico e nel privato. Fruitori sono le imprese, gli amministratori e i consiglieri tecnici dei Tribunali, gli uffici tecnici delle pubbliche amministrazioni e i singoli cittadini.
Permane elevato il consenso manifestato dagli utenti nei riguardi dell’edizione informatizzata del Prezzario, riproducibile gratuitamente dal sito internet camerale: www.cn.camcom.gov.it/prezzario dal quale è anche possibile eseguire computi personalizzati.
Negli ultimi dodici mesi sono stati oltre 16.000 gli accessi al sito camerale e oltre 17.500 utenti hanno scaricato dal sito il volume nelle diverse versioni realizzate.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*