Unione Europea, Niente legge Antipornografia COMMENTA  

Unione Europea, Niente legge Antipornografia COMMENTA  

Cessato allarme: la pornografia non sarà vietata.

Il parlamento europeo ha votato a favore – 368 su 625, 159 contrari e 89 astenuti – della proposta di legge sull’eliminazione degli stereotipi di genere nell’Unione europea, dopo aver eliminato dalla risoluzione la  frase che evocava il “divieto di tutte le forme di pornografia nei mezzi di informazione e della pubblicità di turismo sessuale”.
La possibilità che la risoluzione avrebbe potuto porre un veto sulla pornografia aveva scatenato un’ondata di e-mail di protesta.

Leggi anche: L’autopsia di Gabriella Fabbiano: le hanno sparato per gelosia


In realtà si è trattato solo di un errore, come spiegato dall’autrice della mozione, l’olandese Kartika Tamara Liotard.

La parlamentare ha chiarito che si vuole vietare la pornografia, ma solo nelle pubblicità. “C’è stato un problema di comunicazione – ha affermato – dovuto al fatto che è stata utilizzata la parola ‘media’, l’intenzione iniziale era rivolta a chi realizza pubblicità, non ai mezzi di informazione”.

Leggi anche

Scongelate le dimissioni di Matteo Renzi
Attualità

Scongelate le dimissioni di Matteo Renzi

  Questa sera alle 19 il Premier Matteo Renzi presenterà le dimissioni ufficiali. Parte la crisi la crisi di Governo Matteo Renzi dunque questa sera salirà al Quirinale alle ore 19 per dimettersi.  La decisione dell'ancora in carica premier sembrano in contraddizione con le richieste di Sergio Mattarella, che avrebbe preferito aspettare. Le dimissioni di Renzi verranno dunque scongelate. La parola decisiva  va al Capo dello Stato, Mattarella.   Esattamente 33 minuti fa, Matteo Renzi scrive su twitter e su facebook: "La legge di Bilancio 2017 è stata approvata anche dal Senato. Credo sia un'ottima legge e vi invito a vedere le slide che abbiamo preparato un Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*