Uomo trovato morto con colpo dʼarma da fuoco alla testa

Milano

Uomo trovato morto con colpo dʼarma da fuoco alla testa

litiga

Questa mattina nel cortile di una ditta di Milano è stato trovato il cadavere di un uomo con estese ferite da arma da fuoco alla testa.

Questa mattina nel cortile di una ditta di Milano è stato trovato il cadavere di un uomo con estese ferite da arma da fuoco alla testa.

Giallo a Milano: uomo trovato morto nel cortile di una ditta con ferite alla testa

Mistero a Milano. Un uomo, infatti, è stato ritrovato morto nel cortile di una ditta di Milano con profonde ferite da arma da fuoco alla testa. La polizia sta vagliando diverse ipotesi e, secondo i primi accertamenti effettuati sul luogo dell’episodio, non si esclude la possibilità che si tratti di un suicidio.

Il cadavere dell’uomo, la cui identità non è stata ancora resa nota, è stato ritrovato questa mattina intorno alle 7.30 nel cortile di una ditta presente in via Litta Modigliani, in una strada stretta senza sbocchi, in cui vengono ospitati prevalentemente magazzini e piccole aziende edili.

Immediato è stato l’intervento da parte dei soccorritori del 118, che però è stato del tutto inutile, in quanto non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo a causa delle estese ferite alla testa.

Oltre all’ambulanza, sul posto sono intervenuti anche gli agenti della polizia e subito è stata attivata la Questura, che però per il momento non è in grado di esprimersi con certezza su ciò che è avvenuto. Per avere delle risposte saranno necessari ulteriori rilievi.

Vicino al corpo senza vita dell’uomo sarebbe però stata trovata l’arma da cui sarebbero partiti i colpi fatali. Ma non solo. Oltre alla pistola, nei pressi del cadavere sarebbe stato ritrovato anche un foglietto.

Il precedente caso di ritrovamento di un cadavere a Milano

Questo però è solamente l’ultimo caso di un corpo di un uomo ritrovato senza vita a Milano. Ad inizio settembre, infatti, il cadavere di un uomo in avanzato stato di decomposizione è stato trovato all’interno della sua abitazione nella zona di Quarto Cagnino.

L’ultimo contatto che l’uomo ha avuto con l’esterno risaliva allo scorso dicembre e il fatto che il corpo sia stato trovato con addosso abiti invernali ha fatto subito pensare che la morte sia avvenuta diversi mesi fa.

In quella circostanza, a dare l’allarme è stato il vicino di casa, a causa del cattivo odore che sentiva da diversi giorni e che stava diventando sempre più insopportabile.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco e la polizia di Stato, che una volta entrati nell’abitazione hanno scoperto il cadavere dell’uomo, che era praticamente quasi mummificato.

Subito è stato avvertito il fratello della vittima, il quale ha spiegato che aveva chiuso i rapporti con la famiglia da diverso tempo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche