Uomo picchia donna incinta al supermercato: lei abortisce, lui arrestato COMMENTA  

Uomo picchia donna incinta al supermercato: lei abortisce, lui arrestato COMMENTA  

uomo-picchia-donna-incinta
uomo-picchia-donna-incinta

Prende a calci e pugni una donna incinta mentre era al supermercato fino a farle perdere il bambino. E’ stato subito arrestato

E’ stato identificato dalle telecamere e in seguito arrestato l’uomo che ha preso a calci e a pugni una donna incinta fino a farle perdere il bambino. 

I fatti sono accaduti il 6 agosto, la sera alle 21.40 locali, in un supermercato a Bletchey, in Inghilterra. La donna dopo essere uscita dal supermercato stava andando a recuperare la sua macchina nel parcheggio quando l’uomo l’ha raggiunta e in balia di un attacco razzista ha iniziato a picchiarla, dopo averla fatta cadere a terra le ha sferrato un forte calcio nello stomaco. E’ stata subito soccorsa e trasportata in ospedale, ma purtroppo dopo diversi accertamenti i medici le hanno comunicato che il bambino non era sopravvissuto. 

Un 40enne è intervenuto a difesa della donna, ma ha scatenato ulteriormente la furia del picchiatore che lo ha colpito alla testa con una bottiglia. 

L’uomo è stato ripreso dalle telecamere, ha 37 anni ed è di Milton Keynes, una città del Regno Unito del Sud Est dell’Inghilterra. L’uomo è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di aggressione razziale aggravata ed è attualmente in stato di detenzione. L’aggressione ha anche l’aggravante dell’aborto che ha causato un trauma ancora più grande alla vittima.

Leggi anche: Aborto volontario: costo e conseguenze


 

Leggi anche

Referendum: le città con il record di affluenze
Attualità

Referendum: le città con il record di affluenze

Referendum, la frequenza media d'Italia al momento è del 57, 24 %. ma ci sono città che superano la media alla grande. Alle urne sono stati chiamati ben 46.714.950 elettori, di cui 22.465.280 uomini e 24.249.670 donne. Alle 12 di oggi l'affluenza è stata alta, ma con  dei picchi massimi tra cui l'Emilia-Romagna al top (in cui ha votato il 25,96% della popolazione) e la Calabria in coda con il 13,02%. Alle 20 invece siamo, con 7.998 Comuni,  al 57,24%. "Tanti elettori alle urne? Me lo aspettavo perché si vota per una questione importante. Significa che la gente ha voglia di dire qualcosa" dice Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*