Uragano Matthew verso la Florida: finora 290 vittime

Uragano Matthew verso la Florida: finora 290 vittime

Esteri

Uragano Matthew verso la Florida: finora 290 vittime

uragano-matthew

L’uragano Matthew si sta spostando verso nord e nelle prossime ore arriverà sulla costa della Florida. Negli Usa è allarme, 290 finora le vittime.

Il numero delle vittime provocate dal passaggio dell’uragano Matthew sui Caraibi è già arrivato a 290. Inondazioni, frane e cadute di alberi le principali cause dei decessi, in particolare nell’isola di Haiti. Soltanto lì si sono contati 280 dei 290 morti in totale. Secondo l’organizzazione umanitaria Oxfam, sarebbero più di 30 mila gli sfollati fra Haiti e Repubblica Dominicana. Il territorio, in alcune zone ancora devastato dal terremoto del 2010, è stato colpito da inondazioni e ora il timore riguarda soprattutto il diffondersi di epidemie legate all’uso di acque contaminate.

Uragano Matthew in arrivo sulle coste Usa: di nuovo categoria 4, vento a 250 km/h

Al momento l’uragano Matthew, dopo il passaggio sulle Bahamas, sta spostandosi verso nord in direzione delle coste sud orientali degli Stati Uniti.

Nelle prossime ore arriverà in Florida, poi in Georgia. Partito come uragano di categoria 4, Matthew ha perso potenza nel passaggio su Cuba e sulle Bahamas, salvo poi riacquistarla dirigendosi verso gli Usa.

Il mar dei Caraibi, caldo e, soprattutto, molto umido, ha donato una grande quantità di energia alla perturbazione, che ora potrebbe provocare seri danni anche in Florida. Secondo le autorità Usa, potrebbero essere fino a 8 milioni le persone colpite dal passaggio dell’uragano. I rischi non riguardano solo gli abitanti delle zone costiere, bensì anche quelli dell’entroterra, perché i venti che accompagnano Matthew potrebbero arrivare a 250 chilometri all’ora.

Quale misura precauzionale, sono stati diramati ordini di evacuazione per 3 milioni di abitanti. Di questi, la metà sono in Florida, i rimanenti suddivisi fra North e South Carolina e Georgia. “Evacuate o la tempesta vi ucciderà”, sono state le parole senza veli scelte dal governatore della Florida Rick Scott.

“Prendete la situazione seriamente ed evacuate senza esitare” l’appello lanciato invece dal presidente Usa Barack Obama.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche