USA 2016, Donald Trump vince in Florida, Ohio e North Carolina

Esteri

USA 2016, Donald Trump vince in Florida, Ohio e North Carolina

donald-trump-pp

Il candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump vicino alla vittoria alle presidenziali USA 2016. In corso gli ultimi scrutini.

Donald Trump è vicinissimo alla vittoria finale delle elezioni presidenziali USA 2016. Al momento il candidato repubblicano ha conquistato 255 grandi elettori contro i 215 di Hillary Clinton. Con la quota di maggioranza fissata a 270 e ancora pochi stati da scrutinare, fra cui la Pennsylvania (che ha 20 grandi elettori) e il Michigan (16 grandi elettori), il tycoon ha un vantaggio che potrebbe risultare fondamentale.

Donald Trump in netto vantaggio, la rimonta di Hillary Clinton è ancora impossibile, ma improbabile

Il recupero di Hillary Clinton non è impossibile, ma è ritenuto al momento davvero poco probabile e, in ogni caso, a prevalere nell’ambiente democratico sono delusione e amarezza. La situazione in atto in queste ore, con Donald Trump in netto vantaggio, ha per molti versi sorpreso lo staff elettorale di Hillary Clinton. I repubblicani sono riusciti infatti a prevalere in swing states importanti come la Florida, il North Carolina e l’Ohio, avviando una cavalcata che potrebbe portare il tycoon dritto alla Casa Bianca.

Il team repubblicano si è già lasciato andare ad alcuni commenti, come quello del consigliere di Trump Curtis Ellis, che ha dichiarato che “è una notte meravigliosa per gli Stati Uniti”, ma, in generale, si cerca di rimanere molto prudenti.

In silenzio invece i sostenitori di Hillary Clinton al Javits Center, che comunque non si rassegnano alla sconfitta e attendono l’esito degli ultimi scrutini.

La reazione dei mercati, in calo Wall Street

Nel frattempo è arrivata la prevedibile reazione dei mercati finanziaria, che già in passato avevano mostrato di non gradire una vittoria di Donald Trump. Wall Street registra forti perdite, con il Nasdaq giù del 5%, così come il valore dei future S&P500. Indici negativi anche a Hong Kong (-2,8%) e Tokyo (Nikkei oltre il -5% in questo momento, con perdita prossima ai 1000 punti).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche