Le profezie dei Simpsons : gli USA del 2016 sono esattamente ciò che ci si aspettava COMMENTA  

Le profezie dei Simpsons : gli USA del 2016 sono esattamente ciò che ci si aspettava COMMENTA  

usa 2016 simpsons

Profezie sulle elezioni USA 2016. In tanti anni di programmazione, nelle puntate dei Simpsons si è detto di tutto.

Gli Usa 2016 secondo i Simpsons. Donald Trump è il presidente degli Stati Uniti d’America, un’elezione con due scelte sgradite, ma l’impossibilità di una soluzione. Questa è solo una delle tante profezie che si sono susseguite nello scorrere delle stagioni. Quali le altre di questo famosissimo programma televisivo?

I Simpsons avevano già predetto tutto, anni fa. Dalla fantasia del team del cartone animato più longevo della storia è scaturito un po’ di tutto, anche per la necessità di trovare di continuo nuovi argomenti. Ma, nel caso specifico, alcune puntate della serie sembrano davvero aver affrontato tutti i principali temi del panorama politico americano attuale.


Donald Trump alla Casa Bianca e il primo presidente donna

Nella puntata “Bart al futuro”, Bart Simpson si ritrova a vivere un’avventura in un futuro in cui una donna diventa presidente degli Stati Uniti. Si tratta – è quasi ovvio – di sua sorella Lisa. L’ormai giovane donna si ritrova a succedere a quello che, nella puntata, è descritto come il peggior presidente della storia USA. Il presidente di cui si parla è ovviamente Donald Trump. Se una donna alla Casa Bianca può essere stata una trovata non troppo originale, altrettanto non si può certo dire per ciò che riguarda il tycoon: la puntata è del 2000, 11 esima stagione.


Nessuno dei due candidati va bene, ma il terzo non c’è

Ma le profezie non finisco qui. In tema di Halloween (festività da poco trascorsa), c’è poi uno degli episodi dello special “La paura fa novanta”. Si tratta del settimo episodio della serie, andato in onda per la prima volta nel 1996. Homer è alle prese con gli alieni Kang e Kodos. I due prendono le sembianze dei candidati alla presidenza Bill Clinton e Bob Dole, liberandosi poi di entrambi. Papà Simpson li smaschera ma, di fronte a tutti, i due mostri spiegano agli elettori che votare per un terzo candidato è un voto sprecato perché “che volete farci? è un sistema a due partiti”. Kang diventa quindi presidente degli Stati Uniti d’America, riducendo gli uomini in schiavitù.


Cosa pensare a questo punto del famoso programma di Matt Groening? La possibilità che si tratti di semplice fortuna è difficile da accettare. Le profezie sono infatti troppo precise e troppo numerose.

L'articolo prosegue subito dopo


L’idea che questo show sia stato creato al solo scopo di far divertire non è considerato più veritiero da diverse stagioni ormai. La forte satirica verso ogni aspetto della vita è essenziale per la sua riuscita. Gli argomenti sono più svariati, non solo la politica, ma la vita coniugale, il lavoro, l’ambiente, lo sfruttamento delle risorse umane e ambientali vengono trattate con una ferocia apprezzata da tutti i fan della serie, che sono sicuramente numerosi.

A questo punto non si può che sperare che lo show non chiuda mai i battenti. Cosa ci si potrà ancora aspettare dagli Usa al giorno d’oggi? E se la nostra adorata famiglia decidesse di trasferirsi in Europa? Cosa accadrebbe di nuovo?

Non resta che continuare a seguire le avventure di Homer, Marge, Bart, Lisa e Maggie.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*