Usa, il Senato boccia la tassa sui ricchi COMMENTA  

Usa, il Senato boccia la tassa sui ricchi COMMENTA  

Il Senato americano ha bloccato la discussione della “Buffett rule”, la legge con cui Obama voleva imporre un’imposta minima del 30% a tutti coloro che guadagnano più di un milione di dollari.


Disponendo di una ristretta maggioranza i democratici non sono riusciti a evitare l’ostruzionismo a oltranza dei repubblicani. Il provvedimento si è fermato a quota 51 voti (dei 60 necessari all’approvazione) contro 45.


Secondo un recente sondaggio, il 60% degli americani è favorevole alla tassa sui ricchi.

“I repubblicani hanno scelto ancora una volta di proteggere gli sgravi fiscali per i pochi straricchi d’America, a spese del ceto medio.

La Buffett Rule – si legge in una nota ufficiale della Casa Bianca – è una proposta di buon senso. In un momento in cui abbiamo un grave deficit da coprire e ingenti investimenti da fare per rafforzare la nostra economia, semplicemente non possiamo continuare a perdere denaro in tagli alle tasse degli americani più ricchi, agevolazioni che non chiedono e di cui non hanno alcun bisogno”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*