Usa, si uccide in carcere il mostro di Cleveland COMMENTA  

Usa, si uccide in carcere il mostro di Cleveland COMMENTA  

Ariel Castro era stato rinchiuso in una cella di isolamento al “Correctional Reception Center” di Orient, in Ohio, per scontare l’ergastolo più mille anni di detenzione. I capi di accusa pendenti su di lui erano ben 937, tra i quali sequestro di persona e stupro. Il mostro di Cleveland aveva tenuto segregate per ben 10 anni tre ragazze, scomparse tra il 2002 e il 2004, all’età di 14, 16 e 20 anni.


Le donne erano riuscite a fuggire a maggio scorso, con loro in casa c’era anche una bimba di sei anni, figlia di Ariel Castro. L’ex autista di autobus è stato trovato impiccato nella sua cella di isolamento durante la notte (alle 3: 20 ora italiana),  i medici hanno tentato di rianimarlo, ma una volta trasportato in ospedale l’uomo è deceduto.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*