Usa spari quartiere generale Marina

Guide

Usa spari quartiere generale Marina

L’autore della strage avvenuta ieri al Navy Yard di Washington soffriva di “seri disturbi mentali”: lo rivelano alcuni funzionari ai media statunitensi. Secondo quanto riportato, Aaron Alexis, 34 anni, soffriva di paranoie e “sentiva voci” nella sua testa. Inoltre, era stato recentemente in cura per questi problemi. Anche i familiari dell’uomo hanno confermato agli investigatori che Alexis era in cura per i suoi disturbi mentali.

Aaron Alexis era “ossessionato” da videogame violenti e vi giocava anche 16 ore di seguito al giorno. Lo riferisce il quotidiano britannico Daily Telegraph citando testimoni vicini all’uomo rimasto ucciso insieme con le 12 vittime della strage. Il giornale riferisce inoltre che il 34enne portava sempre con sè una pistola a quanto pare perchè temeva di essere rapinato. L’uomo pare fosse anche convinto di essere vittima di discriminazione razziale e di aver subito un trattamento ingiusto nell’ambito di un contratto per un lavoro in Giappone lo scorso anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*