Usa: trovato morto in carcere, Marvin Sharp, il coach che abusava delle ginnaste

Usa: trovato morto in carcere, Marvin Sharp, il coach che abusava delle ginnaste

Esteri

Usa: trovato morto in carcere, Marvin Sharp, il coach che abusava delle ginnaste

Alle 20.17 di sabato, ora locale dell’Indiana (Usa), è stato trovato privo di vita il corpo di Marvin Sharp, il 49 enne coach di ginnastica, passato alla cronaca per essere stato accusato di abusi e molestie sulle giovani ginnaste sottoposte ai suoi allenamenti. Era stato messo agli arresti il 24 agosto, ancora in attesa di essere giudicato per abusi e molestie su minori, in attesa del processo, che avrebbe dovuto avere inizio il prossimo 28 ottobre.

Per lui la procura federale avrebbe redatto un dossier con sette capi d’accusa, quattro per abusi su minori e tre per violenza sessuale, che è stato integrato, pochi giorni fa da altri nove capi d’accusa per possesso e produzione di materiale pedopornografico a partire dal 2002 e riguardante sei studentesse di 6-7 anni.

Gli inquirenti sarebbero entrati in possesso di migliaia di foto compromettenti di minori reperite all’interno delle casseforti private di Sharp, nella sua abitazione e nell’accademia da lui gestita.

L’allenatore nel 2010 aveva ricevuto gli allori di “coach dell’anno” per l’ottimo lavoro svolto, in particolar modo con le atlete olimpiche Bridget Sloan e Samantha Peszek, vincitrici della medaglia d’argento nel concorso a squadre di Pechino 2008.

Eppure sono tante le atlete che hanno lavorato con Sharp pronte a giurare che le accuse a carico dell’uomo sono completamente fasulle. Una donna, che aveva preferito restare anonima, aveva raccontato di frequentare Sharp da oltre 15 anni e di ritenere l’uomo incapace di avere commesso il reato addebitatogli: “Di tutti i coach che ho conosciuto, è quello da cui mai mi sarei aspettato una cosa del genere”. L’allenatrice nella palestra di Sharp, Michele Callahan, che conosce bene l’uomo, lo aveva ritenuto assolutamente incapace di commettere gli abusi contestati: “La natura stessa della ginnastica mette a rischio gli allenatori maschi. Spero proprio che questa cosa venga chiarita prima che metta fine a una carriera rispettabile”. Adesso tutta l’America attende la verità per capire se Sharp fosse davvero un orco o sola la vittima di un fraintendimento o di false testimonianze.

1 Trackback & Pingback

  1. Usa: trovato morto in carcere, Marvin Sharp, il coach che abusava delle ginnaste | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche